Animali in casa: il cane

Volete un cane in casa, prima di tutto leggete attentamente quello che vi aspetta e dopo se siete  sicuri dico sicuri allora potete avere quel vostro miglior amico che sarà il vostro futuro cane.

Prima di tutto introdurre un cane in casa significa stravolgere le abitudini familiari.
L` animale deve essere portato a passeggio diverse volte al giorno, con qualsiasi tempo, e  durante i periodi di muta va spazzolato quotidianamente, così come dopo ogni uscita in campagna
o nel parco.
Comunque, non deve essere lavato spessissimo, ma quanto occorre, con shampoo neutro.
Per fronteggiare odori tavolta assai fastidiosi si può passare su tutto il pelo una spugna imbevuta  di acqua e aceto.
Secondo problema le feci e le urine, depositate dovunque.
Il cucciolo è  come un bambino,   cioè non è in grado di trattenere le urine per lungo tempo. Ma, con pazienza e dolcezza,  si può fargli
capire che quella non può diventare una sua abitudine. Sempre agli stessi orari  precisi, si deve portarlo fuori, proprio per permettergli di far i suoi bisogni : piano piano, l`animale
imparerà a trattenersi fino al momento fissato.
In ogni caso, fatelo sempre uscire dopo i pasti.
Per raggiungere tale scopo ci vorrà  all`incirca 5 mesi.

MASCHIO o FEMMINA
I MASCHI hanno una sola cattiva qualità , quello di urinare frequentemente, per conseguenza
bisogna portarlo fuori spesso nell`arco della giornata.

LA FEMMINA a partire dal 9° mese, ha due “calori” all` anno della durata di un 20 giorni,  ciò vuol dire perdite ematiche, prima abbondanti e poi in diminuzione.
Evidentemente, questi periodi possono creare notevoli disagi in casa, soprattutto se si tratta  di cagnoline d piccola taglia, che si intrufolino dappertutto, o comunque siano abituate a salire
su letti e divani.
A questo punto, consideriamo il problema se far figliare o meno la cagna. Un consiglio prima  di tutto di far figliare la cagna solo ai padroni che dispongono dell` ambiente adatto a ospitare la
cucciolata: infatti i piccoli, non appena si sentono in forze, cominciano ad andare in giro,  sporcando dovunque.
Ora, considerando che lo svezzamento avviene intorno ai 40 giorni, si può  ben immaginare che cosa accadrebbe a lasciare che i cagnolini circolassero indisturbati per tutto
questo tempo in un miniappartamento.
L` ambiente a loro destinato deve essere pulito ogni giorno  e, in ogni caso, è meglio distribuire dei giornali a coprire il pavimento.

LE MALATTIE TRASMISSIBILI ALL` UOMO

Alcune patologie del cane possono trasferirsi nei padroni: la loro conoscenza, unità al rapporto  costante dico costante col veterinario, darà a voi e al vostro cane la tranquillità

Ecco alcune malattie:

Pulicosi Malattia parassitaria provocata dalle pulci.

Piroplasmosi Malattia provocata dalle zecche, che nei periodi primaverili ed estivo assalgono  i cani.
Si tratta di una malattia gravissima, si può intervenire con successo solo nello stadio iniziale   dell`infermità.
Se vi capita di trovarvi addosso una zecca, estraetela immediatamente, disinfettatevi
accuratamente e poi andate al piu` vicino pronto soccorso.

Rogna sarcoptica E` causata dal parassita Sarcoptes scabiei, un arcaro che provoca una  dermatite contagiosa, con intenso prurito e comparsa di eczemi. Facilmente trasmissibili al`uomo,
le persone contagiate devono farsi vedere dal dermatologo

– Echinococcosi il cane elimina le proglottidi attraverso le proprie feci, inquinando l`ambiente:
così nell`uomo possono formarsi cisti di echinococco, generalmente nel fegato, ma anche  nei polmoni.
Solo l` intervento chirurgico potrà rimediarvi.

– Micosi tigna La micosi è fortemente contagiosa per l` uomo e gli si trasmette attraverso il  contatto diretto; egli stesso ne può essere sia vittima sia veicolo.

Vi ricordo che un rapporto costante col veterinario, non correte nessun rischio ne voi e neppure
il vostro cane.

Autore dell'articolo: rino